Parolechiave

Il Tumblr di Claudio Bezzi
che parla di diritti, laicità, politica, letteratura. E di un cane.

HO UN BLOG! http://ilsaltodirodi.com

Cerca

Raccolte speciali:

Ultimi scatti Instagram

    Di più - Instagram

    Trovami anche su...

    Post che mi sono piaciuti

    Altri post piaciuti

    Cosa succede quando gli scienziati sbagliano, e perché la lezione tratta riguarda anche politica, economia, vita sociale…

    http://ilsaltodirodi.com/2014/10/01/cosa-succede-quando-gli-scienziati-sbagliano-e-perche/

    (1 Ottobre 2014)

    La resa dei conti / Gran finale

    Puntate precedenti:

    La Direzione del PD di ieri ha consumato, come in una tragedia greca, la grande nemesi degli sconfitti. L’inutile Civati, il rancoroso Bersani, lo sprezzante D’Alema e il depresso Fassina hanno detto tutto quello che potevano dire, e in particolare Bersani e D’Alema hanno chiarito che c’è una linea rossa (di sangue) fra loro e il segretario. Alla conta valgono il 15% della Direzione nazionale ma il problema, com’è noto, sarà in Senato dove gli anti-renziani sono in numero consistente.

    Chi ha seguito il dibattito avrà notato le passioni contrapposte, le argomentazioni anche profonde da entrambi gli schieramenti (tranne che da Bersani e D’Alema: da loro nessuna argomentazione ma solo rabbia e veleno); ciò testimonia la contrapposizione di due visioni della politica: quella social-comunista di una parte consistente della minoranza più rumorosa contro quella liberalsocialista di Renzi. E aggiungerei una contrapposizione di pragmatica politica: quella della continuità concertativa e del perdurare della spesa pubblica della minoranza, e quella dell’autonomia della politica e del riformismo liberale di Renzi (uso il termine “liberale” in senso anglosassone e senza riferimenti al finto liberalismo della destra italiana).

    Non c’è possibilità di recupero. Le parole di Bersani e D’Alema non consentono né recuperi né mediazioni. Loro stanno di là, Renzi sta di qua. Un unico partito per tutti ormai è troppo stretto.

    (30 Settembre 2014)

    Dalla riforma del Titolo V è sparita l’abolizione degli statuti regionali speciali. Non va bene…

    http://ilsaltodirodi.com/2014/09/29/abolire-gli-statuti-speciali-regionali/

    (29 Settembre 2014)

    L’art. 18 non è più un tabù.

    - L’articolo di Pagnoncelli sul Corriere;

    - L’analisi di Ottonieri su Hic Rhodus.

    28 Settembre 2014)

    Un’analisi semplice e lineare sul fallimento del M5S.

    (28 Settembre 2014)

    La redazione di Hic Rhodus (www.ilsaltodirodi.com) si è riunita oggi per discutere il Piano Quinquennale del Blog.
    Bezzicante ha introdotto, Ottonieri ha concluso, Maya ha verbalizzato.
    Nella foto: l’intrepida redazione al lavoro.

    (27 Settembre 2014)

    Ormai il complottismo grillino non fa più notizia. E non è neppure più così divertente come una volta…

    (27 Settembre 2014)

    Mandiamo in soffitta Facebook!

    Nasce Ello, il nuovo social network.

    QUI la pagina di Ello.

    QUI un articolo sull’HuffPost.

    (26 Settembre 2014)

    Il migliore articolo per capire il Jobs Act e la lotta furibonda attorno all’art. 18 lo trovate su HIC RHODUS: http://ilsaltodirodi.com/2014/09/26/l-articolo-18-un-falso-problema-e-un-autentico-campo-di-battaglia/

    (26 Settembre 2014)

    Le diverse età della donna in un corto animato di Celia Bullwinkel

    Le ragioni dell’animalismo, cercando di argomentare in modo equilibrato: http://ilsaltodirodi.com/2014/09/24/le-ragioni-dellanimalismo/

    (24 Settembre 2014)

    Monade pentastellata (di Sebastiano Messina)

    (24 Settembre 2014)

    Orrore dell’omologazione sessista islamica.

    La resa dei conti / 2

    Aggiornamento del post precedente.

    Bene bene; la disposizione delle forze in campo è sostanzialmente completata; stanno con Renzi (e quindi sue riforme, in particolare Job Act e riforma Statuto dei Lavoratori):

    Sono contrari alla riforma e ostili a Renzi:

    • le minoranze del PD sconfitte dal congresso (Civati, Cuperlo, Bersani, D’Alema, Fassina, Damiano…);
    • SEL;
    • CGIL.

    Una semplificazione che non aiuterebbe a capire quel che accade potrebbe ridurre tutto a destra contro sinistra; un Renzi di destra che avrebbe portato il partito a destra (come? perché? tutti stupidi e senza cervello gli elettori di quel partito?), con la benedizione di un  Presidente della Repubblica a sua volta convertito alla destra, contro una pattuglia di fedeli agli ideali della sinistra, artefici delle magnifiche sorti e progressive che soli contro tutti difendono la Fort Alamo degli ultimi diritti… In questo quadro, ovviamente, Cisl e Uil sono sindacati fantoccio, meri strumenti in mano ai padroni, e tutti gli iscritti a questi sindacati degli idioti manovrati.

    Concedetevi una riflessione sul fatto che non si possa ridurre la complessità di quanto sta avvenendo a questa sciocca semplificazione.

    (23 Settembre 2014)

    Il problema non è affatto quello di mostrare i capezzoli. Ma di avere, sotto, un po’ di seno. Il messaggio che continua a essere veicolato è invece quello dell’anoressia, problema grave che deve essere combattuto ed eliminato. NO AI MODELLI ANORESSICI!

    (22 Settembre 2014)

    Caricando