Parolechiave

Il Tumblr di Claudio Bezzi
che parla di diritti, laicità, politica, letteratura. E di un cane.

HO UN BLOG! http://ilsaltodirodi.com

Cerca

Raccolte speciali:

Ultimi scatti Instagram

    Di più - Instagram

    Trovami anche su...

    Post che mi sono piaciuti

    Altri post piaciuti

    La ricchezza che l’Italia non sfrutta: il turismo.

    http://ilsaltodirodi.com/2014/10/20/perche-litalia-e-solo-al-quinto-posto-per-il-turismo/

    (20 Ottobre 2014)

    Lo Spirito Santo ha detto “No”

    I più grandi esperti mondiali di famiglia, educazione dei figli, sessualità, amore coniugale e temi affini si sono riuniti a Roma per discutere di omosessuali, divorziati e altri “irregolari”. Sono i vescovi partecipanti al sinodo sulla famiglia, un gruppo di vecchi maschi che in teoria non conosce nulla di questi argomenti se non per sentito dire (e se li conosce per esperienza significa che è in peccato mortale). Ovviamente questo è un dettaglio perché i Principi della Chiesa non parlano a vanvera ma illuminati dallo Spirito Santo che aleggia, quando più e quando meno, sulle loro teste. Dopo i tentativi di apertura di Bergoglio, quindi, un mezzo passo indietro della Divina Volontà che vuole e pretende che la famiglia ideale sia quella di una donna fertile, un maschio timorato e una coppia di bei bambini ariani. Il Mulino Bianco, insomma (poi si nega il potere della pubblicità). Ringraziano le Sentinelle in piedi, Forza Nuova, Gasparri con l’usuale bava alla bocca e quei politici di destra, notoriamente omosessuali, fra i più intransigenti a negare diritti non tanto ai gay ma a cittadini (che siano gay, neri, buddhisti, biondi o juventini non ha alcuna importanza: i diritti sono semplicemente diritti civili dei cittadini).

    (19 Ottobre 2014)

    Salviamo il Movimento

    Mai stato tenero con Grillo e col Movimento. Mai. Ma occorre fare una riflessione più distaccata quando assistiamo allo sfaldamento sempre più impetuoso del M5S, con tutta evidenza destinato a una sorta di morte per inedia. Inutile, ininfluente, capace solo di gesti eclatanti di stampo goliardico, senza un collante ideologico e tenuto insieme solo da una generica voglia di onestà (sentimento nobilissimo), non può avere un futuro semplicemente perché non è un gruppo, ma un insieme eterogeneo di individui, ciascuno con propri valori, obiettivi, idee, tenuti assieme dalla coppia Grillo-Casaleggio. Non possono andare da nessuna parte. Però…

    Però quelle pulsioni di onestà, quella voglia di cambiamento, quel desiderio (per quanto ingenuo) di eguaglianza, sono valori importanti e molto condivisi anche da non grillini (una cosa, questa, che loro non vogliono capire), e il fatto che in tutti i sondaggi, dopo due anni di fuffa, continuino a ottenere un 19-20% di preferenze, è assolutamente significativo; cosa ne vogliamo fare di questo buon quinto di elettorato? Ma soprattutto: cosa ne vogliamo fare di quel desiderio di cambiamento, pulizia e onestà?

    La provocazione del sindaco pentastellato di Comacchio, oggi cacciato da Grillo, che scrive “Basta deriva fascista, Grillo sei espulso dal Movimento”, rappresenta in sintesi l’unica strada che aiuterebbe il Movimento e l’Italia: un Movimento senza padroni, senza le intemperanze di Grillo, senza l’evidente “deriva fascista”, che diventi partito, si organizzi, formi una classe dirigente degna e porti avanti la sua battaglia. Ma purtroppo non si può. Nel M5S non ci sono congressi che possano eleggere un Segretario o farlo decadere; il M5S è di proprietà di Grillo e sodali, e Grillo, in quanto padrone, fa ciò che vuole. E questo costituirà la fine del Movimento, il suo esperimento politico, e l’azione di pungolo che, sia pure in maniera spesso discutibile, ha saputo dare.

    (17 Ottobre 2014)

    I robot sono già fra noi, sollevando alcuni interessanti problemi…

    http://ilsaltodirodi.com/2014/10/17/i-robot-domineranno-la-terra/

    (17 Ottobre 2014)

    So che quando ho più idee degli altri, do agli altri queste idee, se le accettano; e questo è comandare.

    Italo Calvino, Il barone rampante

    C’è qualcosa che non va nella democrazia: i farabutti e i cretini.

    http://ilsaltodirodi.com/2014/10/15/se-la-democrazia-e-gratis-non-vale-nulla/

    (15 Ottobre 2014)

    Le tre più grandi economie al mondo, dall’anno 0 ad oggi.

    theeconomist:

    China’s back: the brief period in which America overshadowed China as the world’s largest economy is now over, according to new estimates

    Ognuno vale uno (forse, dipende, se sei omologata…)

    La balla retorica e populista dell’Ognuno vale uno è talmente ridicola che nessuno la prende più sul serio. Nella kermesse della settimana scorsa un’attivista che ha provato a fare qualche critica è stata zittita e allontanata in malo modo (vedi filmato).

    La cosa in assoluto più interessante è l’atteggiamento del popolo democratico grillino; sono loro che inveiscono, sono loro che la cacciano. Deve essere insopportabile, per chi si adagia nel confortante pensiero unico del Movimento, essere importunati da qualcuno che solleva dubbi, che cerca di dar pensare…

    (14 Ottobre 2014)

    (13 Ottobre 2014)

    La resistenza dei curdi a Kobane difende non solo il loro diritto all’esistenza ma anche una filosofia e una politica egualitaria, paritaria, laica e interculturale che appare insopportabile ai fondamentalisti dell’ISIS: http://ilsaltodirodi.com/2014/10/13/io-sto-coi-kurdi-di-kobane/

    (13 Ottobre 2014)

    Il melting pot schizofrenico che tiene insieme il Movimento

    Stando alla stampa di regime (tutta, escluso forse il Falso Quotidiano) e ai blog asserviti (tutti, escluso il Sacro Blog e i suoi cloni), al Circo Massimo dov’è ancora in corso la festa del Mo-Vi-Mento c’è di tutto, come di tutto c’è sempre stato fra i grillini (QUI la cronaca di un pennivendolo a caso): quelli che “Grillo decide” e quelli che chiedono più trasparenza; quelli di Pizzarotti e quelli contro; quelli che “l’Ebola è un pericolo serissimo” e quelli che “l’Ebola è un’invenzione delle case farmaceutiche”; quelli internazionalisti e quelli che “basta immigrati”. È sempre stato così. Il Movimento raccoglie tutta la paccottiglia alternativa, antagonista, complottista, fancazzista che non cerca ideologie o, quanto meno, idee-guida forti, ma semplicemente una rappresentanza generica, una ribalta, una legittimazione. Poi ci pensa Grillo a fare una sintesi che, conseguentemente, è generica, trasversale, demagogica: no all’Euro, reddito di cittadinanza, via i disonesti e poco di più. Parole d’ordine facili e qualunquiste mai argomentate nelle modalità e conseguenze, come dicevo ieri, ma va bene lo stesso, troppe spiegazioni confonderebbero e, specialmente, rischierebbero di far pensare e dividere.

    E quindi avanti, con lo zoccolo duro di un 20% di potenziali elettori che di sondaggio in sondaggio vengono più o meno confermati. Un 20% che raccoglie gli scontenti disinformati, gli impolitici della protesta, gli indignati dalle sfighe del mondo.

    (12 Ottobre 2014)

    Renzi, il renzismo, le riforme e la politica del governo: facciamo il punto: http://ilsaltodirodi.com/2014/10/12/le-mappe-di-hic-rhodus-07-si-e-aperto-il-ventennio-renziano/

    (12 Ottobre 2014)

    Grillo, il dilettante furbo

    Grillo annuncia il lancio di due referendum (consultivi, solo consultivi) sull’Euro e sul reddito di cittadinanza. Dopo essere passato dal bombardamento del Parlamento all’aprirlo come una scatoletta, dall’impeachment di Napolitano all’Ebola, passando per vari Vaffa-Day, ormai a corto di iperboli rilancia due vecchie idee del Mo-Vi-Mento nella versione referendaria. Lasciamo stare come riuscirà a bypassare l’impossibilità di un referendum sull’Euro; quello che veramente importa, per uscire una volta almeno dalla solita fuffa inconcludente e mistificatrice, riguarda l’aspetto propositivo che deve corredare sia una qualunque proposta non demenziale di uscita dall’Euro, sia una credibile e non illusoria idea di reddito di cittadinanza.

    Poiché si tratta di cose abbastanza note a chi guarda il mondo con un minimo di consapevolezza e senso di realtà, per sveltire questa noterella rinvio a due articoli che presentano le problematiche in questione; se Grillo e i suoi seguaci rispondessero correttamente alle domande implicite in questi due articoli sarebbe veramente una novità rivoluzionaria per il ristretto, demagogico, furbescamente sempre vago programma grillesco.

    Senza risposte chiare al come diavolo si fa a fare le mirabolanti cose promesse, Grillo può anche dichiarare la colonizzazione di Marte o la verità dietro le scie chimiche che il risultato sarà esattamente lo stesso.

    (11 Ottobre 2014)

    L’Occidente si pentirà di non avere difeso Kobane. 

    Ricordiamoci sempre del cinismo di Erdogan.

    (11 Ottobre 2014)

    Ma gli scozzesi, sotto il kilt, le portano le mutande? Svelato il mistero!

    Caricando